Gran Galà della Solidarietà: il successo del cuore

Per il secondo anno consecutivo e con un successo memorabile un corollario di Uomini, quelli con la U maiuscola, ha messo a disposizione  i propri mezzi,  le proprie risorse e le proprie energie per uno di quegli eventi che rimarranno negli annali della storia di Terracina: il “ Gran Galà della Solidarietà”.



Il gruppo Amuro con la propria location, gli sponsor, i partecipanti (quasi 300) e ben 22 ristoratori dell’Associazione “Terracina a Tavola”,  egregiamente rappresentati dal loro Presidente Flavio Moretti e dalla loro  Segretaria Michela Bartolomucci, che con lo stesso entusiasmo e la stessa sinergia hanno voluto riconfermare in un’unità d’intenti quel connubio indissolubile e inossidabile con l’Associazione ANNALAURA. Una sorta di alchimia ha fatto sì che due realtà apparentemente antitetiche, una rivolta alla cura della buona cucina e l’altra rivolta alla cura e al rispetto della dignità dell’uomo nella malattia, si siano unite per raggiungere traguardi sempre più ambiziosi.



Grazie al ricavato della serata sarà possibile realizzare presso il Distretto Sanitario di Terracina un Ambulatorio Multi professionale per persone portatrici di stomia sia transitoria che permanente, persone che attualmente per soddisfare i propri bisogni di salute si recano fuori Provincia (Frosinone, Roma). L’ambulatorio sarà strutturato come Centro accreditato AISTOM (Ass.Italiana Stomizzati), con la presenza di un Infermiere Stomatoterapista e di uno Specialista in Chirurgia. A tale scopo l’Associazione ANNALAURA si impegnerà a sostenere e finanziare un Infermiere Stomatoterapista per la Formazione attraverso il Master di primo livello, presso un Corso Universitario attualmente operante presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Roma e Napoli.

La serata, curata nei minimi dettagli, è stata egregiamente presentata da Franco Iannizzi e allietata dalle musiche eseguite da Lorenzo Di Mauro. Grazie alla sinergia creatasi con Luca Orilia e Francesca De Santis, che hanno curato il nuovo look dell’Associazione ANNALAURA Onlus, è stata presentata la nuova struttura del nuovo sito trasformatosi oggi in un Blog.



Si sono succeduti gli interventi del Dott. Alberto RAPONI – Direttore Unità Operativa Complessa “Integrazione Socio Sanitaria per l’Ambulatorio Infermieristico Distrettuale e del nostro Sindaco Nicola Procaccini.


La Dott.ssa Fulvia Pisa, medico cardiologo, che ha ricevuto in dono un ECG HOLTER DINAMICO DIGITALE per l’esecuzione dell’elettrocardiogramma delle 24 ore, grazie al ricavato della Serata del 19.11.2011 dedicata all’Associazione ANNALAURA Onlus  dal Ristorante “Il Caminetto”  nel trentennale di attività del titolare Nazareno Fontana e un    HOLTER PRESSORIO  o ABPM per il monitoraggio dinamico pressorio delle 24 ore,  grazie a una risposta superiore alle aspettative dall’ Associazione “Terracina a Tavola” .








Per il terzo anno consecutivo è stato assegnato il Premio ANNALAURA, che quest’anno è stato consegnato al Dott. Aldo Perrone, un giovane che con tenacia e impegno, malgrado le difficoltà incontrate nel suo cammino, ha ottenuto eccellenti risultati umani e professionali. 

 “Distintosi nel corso di laurea specialistica per elevati livelli di competenza
nella programmazione e nello sviluppo scientifico e tecnico-produttivo delle biotecnologie applicate nel campo della sanità umana”                 

-        Premio ANNALAURA 2011- Dott. Aldo PERRONE
-       Laurea di primo livello (triennale) in Tecniche di Laboratorio Biomedico conseguita nel 2006.
-       Tesi sperimentale dal titolo “Scongelamento di unità di sangue di cordone ombelicale criopreservate a scopo di trapianto di cellule staminali emopoietiche”
Dedica nella tesi: “Alle mie cugine Anna e Laura, il cui bellissimo ricordo rimarrà sempre vivo nel mio cuore.”

Laurea specialistica in Biotecnologie Mediche, conseguita nel 2011.
Tesi sperimentale dal titolo “Ruolo del polimorfismo genetico del codone 72 del gene P53 nel rischio metabolico in soggetti obesi”.
------------------
…“Implementare servizi e beni a favore di una comunità significa soddisfare e qualificare la risposta ai bisogni degli utenti ottimizzandone la qualità di vita”

Grazie a tutti voi, la Presidente Ettorina S. Michelazzo

Nessun commento:

Posta un commento